Souvenir

Primo appuntamento
23 - 24 marzo



Spazio Murat - Piazza del Ferrarese, Bari
Rassegna: Marzo – Dicembre 2018
Art Summer Camp: Giugno 2019 (in fase di definizione)

I commenti sono chiusi



#spaziomurat

EVENT GALLERY



DESCRIZIONEPROGRAMMAPRESSRICHIEDI INFORMAZIONI

Dalla collaborazione tra Spazio Murat e 63rd 77th STEPS – Art Project Staircase, nasce il progetto Souvenir, rassegna di incontri, prima, e Art Summer Camp, dopo, che coinvolgerà artisti e rappresentanti di spazi indipendenti d’arte contemporanea, da realizzarsi presso Spazio Murat a Bari, con la partecipazione di operatori locali. Il desiderio di coinvolgere gli artisti e i rappresentanti degli spazi, in modo più consapevole e graduale, ha portato gli organizzatori a progettare una rassegna che anticipa le tematiche dell’Art Summer Camp e costruisce una prima fondamentale relazione con gli operatori locali e il pubblico. SOUVENIR è un progetto composto da una rassegna di incontri e un Art Summer Camp (estate 2019).

La rassegna: gli incontri sono concepiti per presentare alla città di Bari ricerche artistiche e programmi espositivi distribuiti sulla scena nazionale ed europea. Gli artisti e gli spazi invitati presenteranno il proprio lavoro, confrontandosi ed esponendo le specificità socio-culturali di ciascuna città d’appartenenza, entrando in contatto con il sistema dell’arte contemporanea locale.

63rd-77th STEPS e Spazio Murat inviteranno vicendevolmente artisti e operatori culturali,
dando il via ad un laboratorio aperto al pubblico, con fini d’indagine in divenire/non esaustiva, su spazi autonomi di produzione d’arte contemporanea, per offrire opportunità di dibattito e confronto su modalità alternative e sperimentali del fare arte. Agli incontri saranno presenti rappresentanti locali e stranieri di spazi di progetto, artisti, curatori e giornalisti che si confronteranno su temi quali la ricerca curatoriale, le modalità operative di produzione, i processi didattici e di coinvolgimento di pubblico, seguiti dalle presentazioni e dalle performance degli artisti invitati.

L’Art SummerCamp: gli ospiti della rassegna saranno invitati a pensare e progettare la residenza artistica che opererà in stretto legame con la comunità di riferimento e sarà indirizzata alle seguenti azioni:
- approfondire lo sviluppo di esperienze di condivisione e confronto tra gli ospiti attraverso incontri formativi, attività di ricerca, di studio e di coinvolgimento del pubblico;
- incontrare gli operatori culturali locali, in momenti di presentazioni reciproche;
- realizzare progetti originali, in forma di opere d’arte, documentazione, performances e laboratori per adulti e bambini, con l’obiettivo di formare e educare il pubblico;
- organizzare letture portfolio e scambi con gli studenti sia dei licei artistici pugliesi, sia delle accademie.

Souvenir vuole trasformare lo spazio in un grande laboratorio: luogo di lavoro e discussione, centro di produzione artistica oltre che di promozione e diffusione culturale, auditorio per le lectio e gli incontri formativi, laboratorio per le attività dedicate ai più piccoli.
63rd-77th STEPS è un artist run space ideato e gestito dall’artista Fabio Santacroce a partire da un segmento di scala condominiale (tra il 63° e 77° gradino), all’interno di un palazzo popolare a Bari. Dopo le prime mostre site-specific, il programma espositivo è attualmente articolato in mostre on line e off-site, intese come estensione fisica e metaforica di questo luogo residuale.
63rd-77th STEPS indaga e sprona i limiti e le potenzialità della periferia, ridefinendo le sue coordinate spazio-temporali; interroga i meccanismi e il senso del fare arte in relazione e subordinazione all’attuale scenario socio-politico.
www.63rd77thsteps.com
PROGRAMMA:

23 MARZO - ore 19.00:

Installazione dell' artista Mariantonietta Bagliato. Performances Magaret Haines e Kareem Lotfy.
La sua ricerca artistica è influenzata da un immaginario che trae le sue origini dal teatro di figura.
Nel campo delle arti visive, la sua ricerca volge a creare un connubio tra i diversi settori, sperimentando varie discipline tra performance, installazioni, illustrazioni e azioni di arte pubblica.
https://mariantoniettabagliato.blogspot.co.uk/

Magaret Haines (1984 Montreal, Canada). Artista multimediale, la cui narrativa tesse una complessa costellazione fatta di politica e sessualità, psicologia, storia e mitologia.
http://www.margarethaines.com/

Kareem Lotfy (1985, Cairo, Egypt). Artista che opera tra il Cairo e Berlino, nelle sue opere convergono due dimensioni apparentemente opposte: da un lato, la cultura digitale, dall'altro, la ricca storia culturale del suo paese nativo, l’Egitto. Lotfy realizza disegni, impiega modelli algoritmici, forme arcaiche e strutture pittoriche (spesso sotto le restrizioni di primordiali software CG), che conferiscono al suo lavoro un carattere futuristico, nel quale però permane in maniera decisiva l'influenza del simbolismo antico, come quello presente nei tappeti e nelle antiche calligrafie.
http://www.kareemlotfy.info/

 

24 MARZO - ore 17.30

Conversazione aperta tra Viktoria Draganov (Swimming Pool project, Sophia, Bulgaria), Paola Lucente (Spazio Murat) e Fabio Santacroce (63rd 77th STEPS).

Swimming Pool project: ubicato in una piscina del 1939, il project space propone un fitto programma di mostre, performances, film, talks e progetti in collaborazione con altre istituzioni e spazi internazionali, con una forte ricerca curatoriale e filosofica.

 Autorizzo al trattamenti dei miei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03