Souvenir

Terzo appuntamento
27 - 28 giugno



Spazio Murat - Piazza del Ferrarese, Bari
Rassegna: Marzo – Dicembre 2018
Art Summer Camp: Giugno 2019 (in fase di definizione)

I commenti sono chiusi







DESCRIZIONEPROGRAMMAPRESSRICHIEDI INFORMAZIONI

Dalla collaborazione tra Spazio Murat e 63rd 77th STEPS – Art Project Staircase, nasce il progetto Souvenir, rassegna di incontri, prima, e Art Summer Camp, dopo, che coinvolgerà artisti e rappresentanti di spazi indipendenti d’arte contemporanea, da realizzarsi presso Spazio Murat a Bari, con la partecipazione di operatori locali. Il desiderio di coinvolgere gli artisti e i rappresentanti degli spazi, in modo più consapevole e graduale, ha portato gli organizzatori a progettare una rassegna che anticipa le tematiche dell’Art Summer Camp e costruisce una prima fondamentale relazione con gli operatori locali e il pubblico. SOUVENIR è un progetto composto da una rassegna di incontri e un Art Summer Camp (estate 2019).

La rassegna: gli incontri sono concepiti per presentare alla città di Bari ricerche artistiche e programmi espositivi distribuiti sulla scena nazionale ed europea. Gli artisti e gli spazi invitati presenteranno il proprio lavoro, confrontandosi ed esponendo le specificità socio-culturali di ciascuna città d’appartenenza, entrando in contatto con il sistema dell’arte contemporanea locale.

63rd-77th STEPS e Spazio Murat inviteranno vicendevolmente artisti e operatori culturali,
dando il via ad un laboratorio aperto al pubblico, con fini d’indagine in divenire/non esaustiva, su spazi autonomi di produzione d’arte contemporanea, per offrire opportunità di dibattito e confronto su modalità alternative e sperimentali del fare arte. Agli incontri saranno presenti rappresentanti locali e stranieri di spazi di progetto, artisti, curatori e giornalisti che si confronteranno su temi quali la ricerca curatoriale, le modalità operative di produzione, i processi didattici e di coinvolgimento di pubblico, seguiti dalle presentazioni e dalle performance degli artisti invitati.

L’Art SummerCamp: gli ospiti della rassegna saranno invitati a pensare e progettare la residenza artistica che opererà in stretto legame con la comunità di riferimento e sarà indirizzata alle seguenti azioni:
- approfondire lo sviluppo di esperienze di condivisione e confronto tra gli ospiti attraverso incontri formativi, attività di ricerca, di studio e di coinvolgimento del pubblico;
- incontrare gli operatori culturali locali, in momenti di presentazioni reciproche;
- realizzare progetti originali, in forma di opere d’arte, documentazione, performances e laboratori per adulti e bambini, con l’obiettivo di formare e educare il pubblico;
- organizzare letture portfolio e scambi con gli studenti sia dei licei artistici pugliesi, sia delle accademie.

Souvenir vuole trasformare lo spazio in un grande laboratorio: luogo di lavoro e discussione, centro di produzione artistica oltre che di promozione e diffusione culturale, auditorio per le lectio e gli incontri formativi, laboratorio per le attività dedicate ai più piccoli.
63rd-77th STEPS è un artist run space ideato e gestito dall’artista Fabio Santacroce a partire da un segmento di scala condominiale (tra il 63° e 77° gradino), all’interno di un palazzo popolare a Bari. Dopo le prime mostre site-specific, il programma espositivo è attualmente articolato in mostre on line e off-site, intese come estensione fisica e metaforica di questo luogo residuale.
63rd-77th STEPS indaga e sprona i limiti e le potenzialità della periferia, ridefinendo le sue coordinate spazio-temporali; interroga i meccanismi e il senso del fare arte in relazione e subordinazione all’attuale scenario socio-politico.
www.63rd77thsteps.com

 

PROGRAMMA TERZO APPUNTAMENTO

MERCOLEDì 27 GIUGNO - ore 18.00
Conversazione aperta tra Bruno Barsanti (curatore della fiera indipendente The Others), Giuseppe Lana (BOCS – Box of Contemporary Space, Catania), Paola Lucente (Spazio Murat). Introduzione degli artisti: Alessandro Aiello - Canecapovolto (1961, Catania - Italia), Filippos Tsitsopoulos (1967, Atene - Grecia ) e Isabella Mongelli (1982, Taranto - Italia).

GIOVEDì 28 GIUGNO - ore 19.00
Performance di Alessandro Aiello - Canecapovolto (1961, Catania - Italia), Filippos Tsitsopoulos (1967, Atene - Grecia ) e Isabella Mongelli (1982, Taranto - Italia).

 

Bruno Barsanti - (1982, Bari – Italia). Curatore indipendente e coordinatore del Board Curatoriale di The Others. The Others è un'importante fiera indipendente d'arte contemporanea che si svolge a Torino ed è dedicata alla valorizzazione delle nuove energie creative. Caratterizzata da un format innovativo – utilizzo di sedi non convenzionali, orari di apertura serali, un programma di eventi trasversali – è una piattaforma espositiva unica nel suo genere: una fiera e un progetto curatoriale, un punto di incontro fra mercato e innovazione culturale.
www.theothersfair.com

Giuseppe Lana - (1979, Catania – Italia). Vive e lavora tra Londra e Catania. Uno dei punti chiave della sua ricerca artistica è la componente autobiografica. Le opere si sviluppano a seguito di una riflessione sul contesto che lo circonda e sul rapporto molto forte con le sue origini. Dal 2008 dirige il BOCS (Box Of Contemporary Space), il primo “artist run space” a Catania, ufficialmente costituito. Un contenitore “crudo” e versatile gestito da artisti, lasciato allo stato grezzo dal punto di vista architettonico ma ricco da un punto di vista progettuale di enormi potenzialità. Lo spazio cresce e si modifica grazie alle collaborazioni e alle sperimentazioni dei vari artisti ospitati in residenza o che presentano un loro progetto.
www.bebocs.it

Alessandro Aiello - Canecapovolto (1961, Catania - Italia). Nato a Catania nel 1961, dove vive e lavora, è autore di video di ricerca, documentari, opere audio, collages su carta. Nel 1992 fonda con Enrico Aresu il gruppo Canecapovolto. Il collettivo studia e sperimenta le possibilità espressive della visione e delle dinamiche della percezione. Partendo da una particolare attenzione verso l’indagine della matrice scientifica della comunicazione e verso la risposta dello spettatore, il gruppo elabora processi di spiazzamento che si traducono in veri e propri ‘sabotaggi’ della rappresentazione. Alessandro Aiello presenterà a Bari la performance “NagNagNag la macchina che visse due volte”.
www.scuolafuorinorma.it

Filippos Tsitsopoulos - (1967, Atene – Grecia). Spazia dalla pittura alle installazioni, dai media alla performance ed esplora i limiti e le connessioni tra performance e pittura sin dagli anni '90. Il lavoro di Filippo indaga le identità frammentate che mettiamo in scena e tenta di unire l'autentica personalità interiore con quella esterna e costruita. L'obiettivo è quello di esaminare i modelli costruiti del comportamento, creando situazioni in cui i partecipanti trascendono il circuito interno che controlla le loro azioni. Filippos presenterà a Bari il suo ultimo progetto performativo “L’arte è solitaria?” 2017/2018.
www.filippostsitsopoulos.com

Isabella Mongelli - (1982, Taranto – Italia). Interessata ad azioni semplici in zone tematiche complesse, rimanda continuamente il senso a favore dell’ironia e della commozione. Con un’attitudine all’esplorazione dell’inedito sia per temi che forme, la sua pratica è spesso ambigua. La sua ricerca si sviluppa tra il super visibile e l’invisibile, il realismo va in parallelo con il surrealismo e crea una sensazione di straniamento. I suoi lavori hanno a che fare con luoghi e fenomeni reali (Safari Here, my personal tarànto) oppure completamente inventati e metafisici (Surrogate Proliferation, Splendor Solis).
www.isabellamongelli.it

 Autorizzo al trattamenti dei miei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03